lunedì 7 maggio 2012

Sfondi pittorici e grafici

Oggi un post molto tecnico.
Ma anche molto utile.
Vediamo perché...

  • per non buttare via avanzi di cartoncini dall'apparenza inutilizzabili
  • per riciclare scatole di cartone che finirebbero, dove c'è,  nella raccolta differenziata
  • per esercitarsi nell'arte della pittura senza sensi di colpa se l'opera non riesce!
  • per provare tecniche strane
  • per utilizzare avanzi di pittura senza farli seccare inutilmente
  • per divertire i bambini senza che si sentano costretti a fare qualcosa di sensato e per insegnare loro che anche qualcosa di malriuscito ha un suo perché e una sua seconda opportunità (troppo spesso, nei miei laboratori, vedo bambini delusi gettare via disegni che a loro giudizio sono brutti e rimanere frustrati perché non si sentono all'altezza di produrre qualcosa di bello)
  • il punto precedente è applicabile anche agli adulti che spesso sono giudici implacabili del loro operato!
  • per avere a disposizione materiale decorato e pittorico da utilizzare per altri scopi: Collages, decorazione di carte da regalo, pacchetti, scatole ecc...
  • per giocare.
Se anche uno solo di questi punti vi sembra interessante, seguitemi...


Tecnica delle pennellate stirate
Incominciamo con un brutto cartoncino grigio che è il fondo di un album da disegno.
Con della pittura acrilica (rimane indelebile), ma anche con delle tempere, tirate delle strisce con un colore molto scuro (marrone e nero mescolati). Poi, senza aspettare che il colore asciughi, tiratene delle altre di colore rosso o comunque vivace...


Ora con del bianco non diluito, continuate a tirare delle strisce non solo in orizzontale, ma anche in verticale.
Vi sembra un pastrocchio... vero?
Abbiate fede!


Sul bianco ancora fresco, ricominciate a tirare strisciate di colore rosso e giallo sempre non diluito.
I colori si amalgamano al bianco creando un bell'effetto "Arte moderna"


Per dare un po' di contrasto aggiungiamo delle pennellate blu scuro.
Ricordate di lavorare sempre sui colori bagnati.
Quando sarete soddisfatti del lavoro...Fate asciugare.
Voilà il primo sfondo è pronto!

Andiamo avanti?

Tecnica del fazzolettino di carta


Questa volta utilizziamo un cartoncino marrone,
Diamo delle pennellate in colori contrastanti con la famosa tecnica "a casaccio"


poi prendiamo un kleenex e sfreghiamo in senso rotatorio le nostre pennellate...


Continuiamo per creare un bell'effetto "nuvolato"
Fate asciugare.
Questo cartoncino e il precedente li ho utilizzati in un post...ricordate dove?


proprio qui!

eccovi un'altro esempio di sfondo pittorico


Anche qui semplici pennellate.

Non volete impiastricciarvi con la pittura?
perché magari siete in ufficio?
State telefonando e fate i soliti ghirigori su un foglio bianco (o sul retro di una fotocopia che non serve più) ?
Non volete che i bambini "spetascino" colore ovunque?
Siete semplicemente a corto di pittura?

Fate i fondi grafici!


Con i tratti.
Semplici linee che si incrociano, tratteggiate con biro e pennarelli di diverso spessore


Con i cerchi.
a biro rossa...

e nera.
facili e belli!
Non siete d'accordo?
State a vedere...
Prendiamo lo sfondo con i tratti e...


Ritagliamo una bella sagomina (disegnatela sul retro)
Io ho fatto un gatto (che fantasia eh?)
incollate il gatto su un cartoncino nero e tenete anche il negativo che incollerete a sua volta su un cartoncino nero (così non buttiamo niente!)
Create una texture di sfondo (non troppo invasiva) e incollate i vostri quadretti!

Note:
raccogliete in una scatola i vostri sfondi e conservateli gelosamente, vi torneranno utilissimi quando  proporrò altri facili lavoretti!
Sbizzarritevi con la fantasia e non abbiate paura di sbagliare, come avete visto,  i fondi che ho preparato non sono particolarmente belli o studiati, è il loro utilizzo che li rende particolari!
Per le maestre: non gettate i disegni scartati dai vostri alunni, tagliatene le parti colorate e conservateli in una scatola per fantastici collages!

Buon lavoro


19 commenti:

  1. Sei geniale! come sempre
    :)

    RispondiElimina
  2. Io ribadisco semrpe che sei fenomenale.. ed hai un dono! baci e buon lunedì .-)

    RispondiElimina
  3. Visto da te sembra tutto così facile! Io farei un pastrocchio di sicuro. Un bacione fenomeno, buona settimana

    RispondiElimina
  4. che belle idee! Grazie!
    baci Baci

    RispondiElimina
  5. Mi fai sentire quasi in colpa... io che da un anno rinvio la decorazione della camera da letto, io che da 5 rimando l'arredamento dello studio, io che non riesco nemmeno mai a ricordare di portare su dalla cantina l'alare da caminetto in ferro battuto e il pancale in legno grezzo che giacciono in cantina.... e tu hai idee persino per il cartoncino!!!

    RispondiElimina
  6. mamma mia che voglia di rinnovare qualcosa qui a casa...ma la pigrizia e le mille altre cose da fare prendono sempre il sopravvento...tu sei bravissima!

    RispondiElimina
  7. Come sempre leggo e resto a bocca aperta, complimenti Eli!!!Bacioni!

    RispondiElimina
  8. Anche tu in vena artistica...sarà l'aria dell'estate che non arriva...grazie delle spiegazioni genio...un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Anche tu sei una forza della natura.
    Neppure in mille anni mi verrebbe in mente anche una sola parte di quello che fai tu!

    RispondiElimina
  10. Sei una miniera inesauribile !
    Claudette

    RispondiElimina
  11. Eli, io non ho mai provato a fare il latte condensato in casa, ma ho trovato parecchie ricette in rete, quindi penso proprio si possa fare, senz'altro sarà anche più buono di quello industriale! Bacioni e buona serata!

    RispondiElimina
  12. Eli!!!! quando avrai fatto le roselline fammelo sapere...sicuramente saranno geniali....a presto.

    RispondiElimina
  13. mi piace questa tecnica, la uso spesso anch'io a scuola con i miei bimbi.Brava brava!

    RispondiElimina
  14. bello!!! sono sempre alla ricerca di idee come queste per far giocare e tenere impegnate le mie figlie, grazie!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Che bella tecnica! Adoro la tua creatività ;)

    RispondiElimina
  16. Stupenda idea questi degli sfondi da utilizzare per i collages! Beh, certo bisogna dire che a te riesce sempre tutto bene...chissà cosa riuscirei a combinare io con la tecnica "a casaccio": un mascherone inguardabile! Potrei però tentare con gli sfondi grafici: per il ghirigoro sono piuttosto portata. E poi mi sono innamorata dei tuoi gatti positivo-negativo, voglio provarci anch'io!

    RispondiElimina
  17. Come scrivo sempre, rimango a bocca aperta e penso questa è pura magia :D

    RispondiElimina
  18. Ciao, no mi conosci, io ti leggo per la prima volta, e ho trovato molto interessante questo post. Io dipingo per diletto e professione, e sto realizzando delle tele per una mostra collettiva. Ero in crisi ma mi hai dato un buono spunto da cui partire!
    Ciao, e complimenti per il tuo blog. Nora*

    RispondiElimina

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin