martedì 12 giugno 2018

Carnet de voyage: Portovenere

Cari amici,
sono da poco tornata da una settimana di vacanza fra Liguria e Toscana.
In questo primo post voglio condividere con voi qualche istantanea  e il mio piccolo diario di viaggio (carnet de voyage).
Iniziamo con la prima tappa: Portovenere, che val bene un intero post.
Seguitemi alla scoperta di questa meraviglia situata nel Golfo dei poeti, denominato così a causa della preferenza di molti artisti per questi luoghi: come non condividere!


 Ecco un bel panorama caratterizzato da una schiera di case alte e strette definite: la murata.

di cui un particolare.
E a proposito di poeti ecco l'accesso alla grotta Byron


Che nasconde una piccola baia dalle acque tumultuose...


e un curioso aneddoto su Byron.
Si racconta che: venuto a conoscenza della presenza del collega Shelley a Lerici, l'impavido Byron, si tuffasse e lo raggiungesse colmando la distanza di otto chilometri a nuoto. Oggi nel mese di Agosto si disputa la coppa Byron, una gara di nuoto di circa 10 chilometri.





ecco la grotta Byron.


Un suggestivo scorcio della baia dalla chiesa di San Pietro, posta a strapiombo sul mare al vertice del Golfo di La Spezia.


La chiesa qui è vista dal castello...


e sorge sui resti di un tempio dedicato a Venere Ericina. E' meta di molte coppie che desiderano sposarsi in questo luogo suggestivo...



ovunque si guardi, gli scorci panoramici sono meravigliosi.





Soffermatevi ad ammirare il particolare portone in bronzo con i piccoli busti dei santi, una vera opera d'arte...




l'organo...





e una bella scultura, vagamente inquietante.

Uscendo dalla chiesa potete arrampicarvi per le stradine di Portovenere dietro la murata...



Le tipiche stradine liguri dalle case colorate mettono subito allegria...


e le stradine portano all'austero Castello Doria


da cui avrete un bellissimo panorama (vedi foto della chiesa vista dal castello)


ma fate attenzione ai feroci gabbiani di guardia! ahahahahah!


E dopo tutto questo scarpinare,  è venuto il momento di scendere al porto...


giusto il tempo per un veloce acquerello nel mio carnet de voyage...


e uno spuntino ristoratore!


Il tutto sotto l'occhio vigile di "Madre Natura" la scultura in bronzo dell'artista Scorzelli.

Arrivederci alla prossima tappa, le Cinque terre.


6 commenti:

  1. ciao eli, che belle immagini... che settimana meravigliosa! adesso aspetto con curiosità i prossimi post ;)) baci, mariaida

    RispondiElimina
  2. Adoro Portovenere ed era la nostra meta domenicale in moto :-)
    Con questi scorci mi hai fatto tornare la voglia di tornarci..ormai con carrozzina a seguito e la moto ben riposta in garage :-P
    Aspetto la seconda parte del reportage ^_*

    RispondiElimina
  3. Grazie dei gentili commenti!
    Un abbraccio ragazze!

    RispondiElimina
  4. Thank you for publishing a very informative post. Every post of yours is very awesome,
    clipping path

    RispondiElimina
  5. repeat post! I am actually getting ready to across this information, is very helpful my friend. Also great blog here with all of the valuable information you have. Keep up the good work you are doing here. 야한동영상

    Also feel free to visit may webpage check this link
    야설

    RispondiElimina

Un sentito grazie ai lettori che mi lasciano un commento. Non esitate a chiedere se avete qualche dubbio, vi risponderò direttamente nel vostro blog o qui se non avete un blog

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin