giovedì 30 settembre 2010

TARTE FONDANTE AUX PECHES

Perchè questa torta ha un nome francese?
perchè la ricetta è quella di mia zia Lucienne!
Preparandola mi sono resa conto che la ricetta è molto simile alla Peach tart with almond di Mammazan; quindi avete l'imbarazzo della scelta!
In entrambe i casi è una torta deliziosa da fare con le ultime pesche...e se finiscono le pesche? Niente paura si può fare anche con le pere ed è ugualmente ottima! Come?... non avete neanche le pere?
Utilizzate delle pesche sciroppate! O sbizzarritevi ad inventare voi un'altra variante.


Tarte fondante aux pèches

per la frolla:
200 g di farina
100 g di burro
50 g di zucchero
1 tuorlo
1 cucchiaio di cognac diluito in un cucchiaio di acqua freddissima
1 pizzico di sale

per il ripieno:
2 uova intere
2 cucchiai di maizena (va bene anche la farina)
100 ml di panna liquida
100 g di mandorle macinate finemente
120 g di zucchero
100 g di burro fuso tiepido

4 pesche mature, o altra frutta a piacere, se usate la frutta in scatola, occorre una scatola grande.

Preparate la frolla secondo le vostre abitudini.
Io metto farina, zucchero e sale nel mixer, poi aggiungo il burro freddo tagliato a cubetti e frullo finchè si formano delle briciole...a questo punto unisco il tuorlo e il cognac diluito.
Riavvio fino a che si forma una palla di impasto che lascio riposare al fresco per almeno mezz'ora.

Mentre la pasta riposa divertitevi con le pesche! Sbollentatele, se sono del tipo che si pela con difficoltà,  tagliatele a fettine sottili e mettetele da parte.

Stendete la pasta in una teglia per crostate (rivestita con carta forno), bucherellatela sul fondo e cuocetela "in bianco" (cioè senza guarnizione, ma coperta con un foglio di carta forno e dei fagioli) per 10 minuti a 180°

Nel frattempo...preparate la crema:

mescolate in una ciotola con un frustino: le uova con lo zucchero, aggiungete la maizena e le mandorle macinate e mescolate, il burro fuso e la panna e mescolate.

Versate la crema sulla torta semicotta e disponete secondo l'estro le fettine di pesche.

Cuocete a 180° per 30/40 minuti.



Questa torta non è per i giorni di dieta! 
Ma un peccatuccio ogni tanto si può anche fare.

22 commenti:

  1. Nn sarà per i gironi di dieta, ma per quelli in cui si ha voglia di tirarsi su con un dolce...sìììì! Bacioni!

    RispondiElimina
  2. Fantastica e bellissima cara!!! brava, brava, brava...un abbraccio :-p

    RispondiElimina
  3. In effetti l'albero di pesche mi ha abbandonata già da un po', così il susino ed il pero quest'anno proprio non ha fatto il suo lavoro, ma ....mi resta sempre il fruttivendolo....no??!!

    Deliziosa torta...ed io ho bisogno di coccole!!

    RispondiElimina
  4. Ma che delizia questa torta...supergolosa!
    Baci Ele

    RispondiElimina
  5. ...sono d'accordo con te...se si pecca allora facciamolo bene!
    Questa torta è fenomenale

    RispondiElimina
  6. la tengo per quando deciderò di peccare,grazie

    RispondiElimina
  7. . . . e se non ci sono pesche e nemmeno pere o figuriamoci le sciroppate? ma neanche il cognac! e allora si mangia con gli occhi e la fantasia. Bacioni.

    RispondiElimina
  8. Una vera meraviglia questa torta, complimenti!! Ciao Daniela.

    RispondiElimina
  9. tanto la dieta non la comincio mai ;-P
    allora ne prendo una fetta!

    RispondiElimina
  10. ero proprio alla ricerca di una ricetta per far fuori delle pesche, da troppo tempo mese lì in attesa...mi cimenterò sicuramente nella tua....troppo buona. Speriamo di non sfatasciarla..^____^. Capperi che bel blog...

    RispondiElimina
  11. A me però non sembra esageratamente calorica!! Perbacco, un dolce è un dolce!!!!

    RispondiElimina
  12. Anche questa deve essere fantastica!!!

    RispondiElimina
  13. Sono capitata qui per caso!
    Il tuo blog è veramente una fonte di ispirazione!!!
    Complimentissimi

    Chiara

    RispondiElimina
  14. Hai fatto bene a proporre questa bella torta anche se può essere simile alla mia ...Ma tu hai suggerito invece delle soluzioni alternative che a me non sono venute in mente!!!!
    E cosa dire della bella trovata dei biglietti da visita al cioccolato??
    Solo a te potevano venire in mente!!!
    Complimnts

    RispondiElimina
  15. mmmm...una fettina per me?
    deliziosa :)

    RispondiElimina
  16. Tutti:
    Un grazie collettivo! passerò a salutarvi nei vostri blog!
    Un buon week end a tutti!

    RispondiElimina
  17. ma che bontà... mmmmmh... ;P

    RispondiElimina
  18. Ecco, fatto, mi son segnata l'ennesima tua ricetta!

    RispondiElimina
  19. j'aie beaucoup les pêches et cette tarte fondante me titille beaucoup les papilles, un vrai régal
    bonne journée

    RispondiElimina
  20. ..il periodo delle pesche è quasi finito..quindi proverò la tua ricetta usando delle mele!!!

    RispondiElimina
  21. che gran bella torta mi piace molto il ripieno fatto con le mandorle che si abbinano bene con le pesche

    RispondiElimina

Un sentito grazie ai lettori che mi lasciano un commento. Non esitate a chiedere se avete qualche dubbio, vi risponderò direttamente nel vostro blog o qui se non avete un blog

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin